Ennio Morricone - Dio del Mese

 La musica di Mission è scaturita da una emozione violenta, mi è quasi arrivata dall'esterno.

di Rsk

Sergio Leone, Gillo Pontecorvo, Pier Paolo Pasolini, Bernardo Bertolucci, Giuliano Montaldo, Lina Wertmuller, Giuseppe Tornatore, Brian De Palma, Roman Polanski, Warren Beatty, Adrian Lyne, Oliver Stone, Margarethe Von Trotta, Henry Verneuil, Pedro Almodovar, Roland Joffè.

Sono solo alcuni dei grandi registi che hanno avuto l'accortezza e la fortuna di richiedere i servigi di Ennio Morricone rendendo in moltissimi casi memorabilmente legati i loro film all'opera musicale del grandissimo compositore romano. Con piu' di 400 colonne sonore all'attivo e numerosissime collaborazioni, il nostro Dio del Mese e' uno dei più grandi ed eminenti musicisti contemporanei, apprezzato e ammirato in ogni parte del mondo sia da semplici amanti della musica che da noti artisti dalle più diverse provenienze. Fonte di ispirazione per personaggi della scena musicale rock tra cui, potremmo citare: Bruce Springsteen, i Calexico, Friends of Dean Martinez, i Fantomas di Mike Patton, i Metallica e i Muse o registi adoranti del calibro di Quentin Tarantino.

Impossibile non collegare nell'immaginario collettivo il nome di Morricone a quello di Sergio Leone, allo sguardo di ghiaccio di Clint Eastwood che tortura il sigaro mentre attende che la musica di un carillon sancisca la fine del duello in Per Qualche dollaro in Piu'; o alla fuga al rallenty della banda di Noodles e Max per le vie di una New York gangsteriana nel colossale C'era una Volta in America o alle divagazioni mentali sottolineate dal suono di un armonica nelle scene piu' oniriche del crepuscolare C'era una volta il West. Ma anche alla tragedia vera dell'ingiustizia scandalosa di Sacco e Vanzetti con la voce di Joan Baez in un film di Giuliano Montaldo.

A ognuno il suo Morricone. Se vi diverte il gioco di scovare la presenza della sua musica nella storia del cinema dagli anni '60 in poi, troverete sempre e comunque una cosa: la capacita' di emozionare, stupire e creare un immaginario talmente personale e riconoscibile da far diventare il suo cognome un aggettivo, un genere musicale.
Con una carriera ricca di premi e di riconoscimenti con piu' di 70 milioni di dischi venduti, Ennio Morricone ha diretto varie orchestre in tutto il mondo tra le quali l’Orchestra dell’Accademia di Santa Cecilia in diverse stagioni sinfoniche, l’Orchestra Filarmonica e del Coro Filarmonico della Scala, l’Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma, l’Orchestra del Teatro dell’Opera di Budapest, l’Orquesta Nacionales de España (ONE). E ancora l’Orchestra Nazionale del Brasile, l’Orchestra della Radio Bavarese Monaco Rundfunk, la London Synphony Orchestra, L’Orchestra Sinfonica Bulgara, l’Orchestra e il Coro della Radiotelevisione Spagnola. Il 2 Febbraio 2007 con l’Orchestra Roma Sinfonietta, ha diretto un importante concerto presso l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite per celebrare l’insediamento del nuovo Segretario Generale dell’ONU Banki Moon.
In un paese che sembra ormai solo abitato da nani voltagabbana, sballerine e comici da baraccone, un italiano di cui andare fieri.

Grazie grande Maestro degno Dio del Mese di ottobre

7 commenti:

  1. Avete dimenticato il vero capolavoro di Morricone, "Per Un Pugno In Faccia A Seimani"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non l'abbiamo dimenticato...abbiamo chiesto invece di indicare i capolavori del maestro preferiti da voi. Se e' per questo c'e' anche il Buono, il Brutto e il Seimani...

      Elimina
  2. Seimani ti schiaccio3 ottobre 2013 17:13

    Adesso contattiamo via Skype gli MGMT per suonartele di santa ragione lurido insetto M.S....

    RispondiElimina
  3. Giù la testa, Seimani!

    RispondiElimina
  4. Ma questa? ve la siete per caso dimenticata?
    Indagine su un Seimanide al di sopra di ogni rispetto!

    RispondiElimina
  5. w IL 4 QUARTI!!!!!!!

    RispondiElimina
  6. Ciao grande comandante GIAP! Vincitore di due imperi!

    RispondiElimina