Una notte Vonlenska: Sigur Ros - Storie dal Vivo

 di RSK

Villa Arconati - 25 luglio, 2003 



(A Bianca…)

Scenario importante…stile, una cazzo di villa vecchia di secoli tenuta meglio della mia collezione di dischi. Io e il fido amico “Gatto di Marmo (sci sci)” ci apprestiamo ad assistere ad uno spettacolo di rara bellezza nella quarta dimensione extrasensoriale (zanzare tigre permettendo).
Ci sediamo sotto il tendone adibito a sala conferenza…sullo sfondo un palco piccolo ma promettente: il Palco! Il cielo si fa improvvisamente scuro: è il tramonto! Sul Palco arriva l’aperitivo: un pazzo vikingo con tanto di fottuta gonnella a scacchi impugna una fisarmonica (sic!) elettrica!!!

I “ma va là” e i “porca madoi”…si sprecano! Manco fossimo riuniti lì per aspettarci il “coro dell’Antoniano” rimaniamo tutti preventivamente allampanati.
Qualche “noto cvitico musicale accveditato” fa spallucce e si gira verso di noi con aria sghignazzante come per dire : “stupidi plebei non sapevate che c’era anche Kimmo?”. Il Gatto di Marmo mi guarda e mi dice con aria felice: “Chi è questo pazzo?”

Kimmo Pohjonen profitta dello smarrimento generale e ci da dentro come un ossesso; capelli al vento, violenta la fisarmonica come solo Jimi Hendrix con la chitarra nei bei tempi andati…leggiamo sulla cartella stampa:

"Kimmo Pohjonen è un musicista dalla formazione incredibilmente eclettica: appreso lo strumento dal padre, a sua volta fisarmonicista, egli ha dapprima suonato musica popolare, si è in seguito perfezionato alla Sibelius Academy ed ha poi seguito la via pop-rock. Oggi è un importante rappresentante della musica folk finlandese - suona con l'ensemble Ottopasuuna e nel duo Pinnin Pojat col violinista Arto Järvelä, il gruppo di Ismo Alanko Säätiö - si esibisce in un'opera per fisarmonica ed orchestra, "KalmukkisinFonia", commissionatagli dalla Tapiola Sinfonietta, la più importante orchestra sinfonica finnica. Ma, soprattutto, ha messo a punto e gira il mondo con il suo spettacolo in solo 'Kluster', nel quale è coadiuvato dal designer Ari Virtanen, che cura le luci e gli effetti speciali."  Io e il Gatto restiamo basiti:

“Finnico? Ehhhh??? Ma allora che cazzo ci fa in kilt?”

Questo folle personaggio, metà elfo e metà Odino, trascina il suo show verso vertici incomprensibili e il pubblico verso il mondo di Alice nel paese delle Meraviglie però senza Alice. Dopo 40 minuti buoni di tirate fis-armoniche il pover’uomo stramazza a terra esanime e finalmente: “Eureka!!!” esclama il Gatto sottovoce “il kilt è un sentito omaggio allo scotch, che quel folle deve aver trangugiato in gran quantità!”

Si, ci può stare” – penso io - e ormai sballato dalla citronella mi sfrego le mani pensando all’imminente concerto dei nostri eroi, il motivo per cui ci eravamo spinti fino a Monza e di cui mi ero gia quasi scordato: i Sigur Ros!!!

Eccoli si sistemano ai loro posti con le solite facce da bravi ragazzi islandesi si allacciano le cinture di sicurezza e via, decollo. Per chi non lo sapesse i Sigur Ros sono i Pink Floyd del 2000; al posto del LSD, loro preferiscono farsi di vonlenska, un linguaggio inventato che il cantante è solito utilizzare poiché considera la voce come uno strumento musicale, esente da messaggi…

von – aegetis bjriun – () (tra parentesi) sono i tre album fin qui realizzati (siamo nel 2003 ndc).

Le onde del mare, i rumori ovattati che, immaginiamo, caratterizzino i paesaggi gelidi dell’Islanda (loro paese di provenienza) fanno da cornice alla musica di questi 4 elfi da frigorifero.

Uno suona la chitarra con un archetto da violino, l’altro è cieco da un occhio, Georg ama cacciare pesci con i denti e Orri si chiama “animale” di secondo nome…ma in fondo a me e al Gatto di Marmo delle loro storie ci interessa ben poco e ancor meno delle loro facce da “brai scecc”…chiudiamo gli occhi e ascoltiamo la musica!

Il viaggio ha inizio: un vero poema sinfonico ci porta verso quelle lande remote e incontaminate chiamate Ice-Land… chiaramente non si capisce un beneamato di quello che dicono, la voce sottile e lontana dell’elfo cantante Jon s’inserisce in un contesto di rarefazione e ripetitività dal fascino estremo. Il viaggio è un tantra tra i più soavi e dolci che la musica occidentale abbia sviluppato. Apro gli occhi: sotto di me gli astanti tra cui un Gatto di Marmo sogghignante e rapito, e un uomo ricurvo sul taccuino intento a scrivere forsennatamente, cercando con disperazione di fissare nero su bianco questi attimi vacui colmati dalle note (è il noto cvitico ndC); sopra di me la volta celeste e, improvvisa, una luce! finalmente il sole, un sole polare, troppo grande e troppo freddo, ma pieno di luce estatica…cazzo sto volando!

Le eccezionali composizioni, che vanno a riempire due ore due, di tempo terreno, che MADRE NATURA si diverte a far correre troppo in fretta, più del dovuto, più del normale,…rimangono a lungo nelle nostre orecchie addolcite… ci avviamo all’uscita leggiadri e satolli, poetici sciami di zanzare svolazzano tra di noi…il Gatto mi sussurra qualcosa, non gli presto attenzione, proseguo per il mio viaggio di rientro… poi d’improvviso mi volto, il Gatto non c’è più… ah no eccolo laggiù sta gesticolando e parlando con un simpatico signor VendePanini… la sua faccia interrogativa mi spinge ad avvicinarmi. Il Gatto continua a parlare ma ancora non riesco a cogliere il senso delle sue parole…

VendePanini mi vede e mi dice “lei conosce quest’uomo signore?”

si perché?”

ah…meno male! Ma è straniero? Non capisco quello che dice!

straniero, no? È il Gatto!!!”e poi rivolto al compare dico “Gatto? Che cazzo combini?”

Il Gatto si gira e mi dice lentamente, molto lentamente: “@kòfr!WSfrwsgfg

Che????Poi improvvisamente capisco!!!

Per il Grande Eirik il Rosso!...

...il Gatto parla vonlenska!!!

grande prodigio, grande prodigio!!!

23 commenti:

  1. Grande prodigio!!!

    RispondiElimina
  2. Bello vedere i Sigur Ros nel 2003...l' ultimo disco sembra proprio niente di che invece...

    RispondiElimina
  3. Mamma mia che merda che era Obsesion! E te la sparavano nelle orechiie 24 ore su 24. Non si esce vivi dagli anni 0.

    RispondiElimina
  4. Seimani=Obsesion.

    RispondiElimina
  5. Bomb your children with ROCK AND ROLL!17 maggio 2012 12:28

    "MILANO - Non ci sarebbe solo l’ipotetico “effetto Mozart” secondo cui ascoltare i brani del compositore austriaco migliorerebbe le abilità cognitive. Per i più piccini, che ancora non camminano e pronunciano solo monosillabi, battere le mani su un tamburello per cercare di seguire il ritmo di filastrocche e ninna-nanne sarebbe più di un semplice divertimento; li renderebbe anche più positivi e comunicativi nei confronti di ciò che li circonda. Lo sostiene sulle riviste Developmental Science e Annals of the New York Academy of Sciences Laurel Trainer, direttrice del canadese McMaster Institute for Music and the Mind ed esperta di ricerche su musica e sviluppo mentale."(CORRIERE.IT)

    RispondiElimina
  6. Bianca ringrazia quel gran mandrillone di RSK - uomo della Jungla !

    RispondiElimina
  7. L'accostamento Aventura Sigur Ros é piacevole come una pizza hawaiana...

    Comunque per la cronaca gli aventura sono il peggio della musica commerciale da balera anche da questa parte del mondo (loro sono di new york ma dominicani di origine) se in Italia hanno scassato la minchia con obsesiona qui hanno continuato con altri 10-15 pezzi altrettanto vomitevoli. Il loro stile musicale é un furto alla musica bachata condita con l'orrido r&b con i gridolini del cazzo e menate varie. Un pó come dire che i queen o gli scorpion fanno rock solo perché c'hanno la chittara elettrica...

    RispondiElimina
  8. Ma il finale e' romanzato, chiede un Dj Macionela preoccupato del vuoto di memoria.

    RispondiElimina
  9. Casso, ma che fighi sono Guccini e Daolio in quel video lì...

    RispondiElimina
  10. "...nascere in un paese dove i fiori han paura e il sole è avvelenato

    tutto il resto è facce false della pubbliciteria
    tutto il resto è brutta musica fatta solamente con la batteria
    tutto il resto è sporca guerra stile
    stile mafieria
    la fotografia tu che sei famoso, firma firma per piacere la fotografia."

    GRANDE ENZO!

    RispondiElimina
  11. Jannacci pippacci

    RispondiElimina
  12. la mafia é una montagna di merda...lo Stato deviato é anche peggio20 maggio 2012 02:46

    ...e ritorna l'italia di sempre! Un altro triste anniversario di maggio da ricordare per gli anni venturi...

    RispondiElimina
  13. Complimenti per la tua sagacia. Nessuno ha capito niente e tu parli di mafia, stato deviato. Mancano i terroristi islamici e Al Capone.

    RispondiElimina
  14. la mafia é una montagna di merda...lo Stato deviato é anche peggio20 maggio 2012 15:21

    x timanganello. Grazie

    RispondiElimina
  15. IANNACCI IMMENSO SEMPRE!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ho mai capito la voce di Jannacci.

      Elimina
  16. ma come...prima li indottrinate per anni alla secessione, alla banania libera, a prendere il moschetto, al dio po e a tutte le sonore cazzate che questi trogloditi mentali si riescono a bere; poi quando fanno una battuta li cacciate?
    Non é cosí che vi rifarete il trucco!
    La conferma una volta di piú che chi vota e si candida per la lega o é un mafioso o é un troglodita tipo questo coglione di Rovato con la faccia da pirla e uno rivolo di cacca giusto sotto la bocca...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il coglione é questo vero?
      http://www.breaking-news.it/trend/%22Stefano%20Venturi%22

      Elimina
    2. è quello

      Elimina