Eels "The Cautionary Tales Of Mark Oliver Everett"

 “Chiunque non rimanga sconvolto dalla teoria quantica, non l’ha capita"
(Niels Bohr, fondatore della moderna teoria quantica)
“Gli altri muoiono; ma io non sono un altro; dunque io non morirò”
(Vladimir Nabokov)

"MISTAKES OF MY YOUTH" è il secondo estratto del nuovo album degli EELS "THE CAUTIONARY TALES OF MARK OLIVER EVERETT" in uscita il prossimo 22 Aprile. L'artista sarà presto anche in Italia per due date nel prossimo luglio (17 luglio a Firenze al Teatro romano di Fiesole e il 18 luglio a Milano all'Auditorium).

Forse non tutti sanno che Mr E  (Mark Oliver Everett), o più semplicemente E, il frontman one-man-show del gruppo è figlio del noto fisico statunitense Hugh Everett III famoso per aver formulato nel 1957 la nota teoria “Interpretazione a molti mondi” (spesso abbreviata con terminologia anglosassone MWI: Many Worlds Interpretation) che introduce l'idea che una misurazione o una osservazione abbia come conseguenza la divisione della nostra realtà in molti mondi, in cui diversi risultati sono possibili. Secondo l'interpretazione a molti mondi, ogni evento è un punto di diramazione; si vive in diversi rami dell'universo che sono ugualmente reali ma che non possono interagire tra loro.

Dalla follia del padre alla follia del figlio! Ora si spiegano tante tante cose...


2 commenti:

  1. Hugh Everett Quarto14 aprile 2014 10:09

    SEIMANI, la teoria quantica afferma senza alcun margine di errore che tu sei un cretino universale, stupido in ogni dimensione e deficiente in ogni galassia conosciuta e sconosciuta.

    RispondiElimina
  2. Hugh Everett Quinto14 aprile 2014 11:26

    Secondo l'interpretazione a molti mondi, SEIMANI è cojone all'infinito

    RispondiElimina