Hola La Poyana! - Summertime Blues

di Johnny Clash


Girovagando qua e là nella grande rete a volte capita anche di imbattersi in qualcosa di buono. Sembra incredibile, considerando che questa stessa rete altre volte serve solo a dare sfogo alla boria dell' indecente piaga umana Maurisio Seimani. Eppure, altre volte, si incappa invece in un dettaglio, un particolare, che per un attimo ci riconcilia un po' con il nostro spirito corrotto e con il mondo tutto. Così è stato per noi musicanidi, quando per caso ci siamo ritrovati ad ascoltare le grezze schitarrate e le acide ballate di un misterioso bluesman che si firmava Hola La Poyana!.
Convinti dunque che il mistero andasse svelato, abbiamo inviato all' enigmatico autore otto semplici, ma fondamentali domande. Ricevute le risposte, ci è apparso subito chiaro, perchè ci siamo trovati da subito in totale sintonia con la sua musica. Enjoy!  


Raffaele Badas in arte Hola La Poyana!...perchè questo nome e perchè quel punto esclamativo? E' corretto pensare che vi sia sempre un mistero dietro ogni punto esclamativo o sono convinzioni da abbandonare con la maturità?
Ci tengo a specificare che Hola la Poyana! non sono io, è piuttosto un progetto del quale solo io faccio parte, forse perchè nessuno mi vuole bene e mi hanno lasciato solo.
Il nome deriva da un mio vecchio pseudonimo, Chico Poyana, che usavo per scrivere cazzate ai miei amici via cartolina (si parla di molti anni fa), il punto esclamativo l'ho messo perchè volevo che sembrasse un esclamazione, un saluto tra amici.
Questa è la spiegazione ufficiale, quella vera è che si tratta di un antica formula magica usata da una setta arcaica di stampo massonico, dedita a orge sanguinarie e all'uso smodato del punto esclamativo.
 
Com' è nato il progetto Hola La Poyana!? Hai notato, peraltro, che se terminiamo una domanda con Hola la Poyana! il punto esclamativo del nome può sembrare un rafforzativo del punto di domanda? Non è curioso? (Ultima domanda su questo argomento, giuro...)
Il progetto è nato per una pura esigenza creativa, a un certo punto ho sentito il bisogno di esprimermi in questo modo, poi mi ci sono voluti un paio d'anni per riuscire a passare da un idea a un fatto concreto.
Il punto esclamativo combinato al punto interrogativo formano il punto esclarrogativo, un antichissimo segno di punteggiatura usato dagli stregoni aztechi per creare delle orge, sempre sanguinarie.

Quali sono i tuoi punti di riferimento? Quali artisti, o album, credi ti abbiano influenzato di più, musicalmente parlando?
Sono qui di fronte al PC da 15 minuti e non ne vengo a capo, si parla comunque di decine di artisti, ho iniziato ad ascoltare musica molto presto e ho attraversato, vivendomeli a pieno, diversi periodi musicali a volte davvero agli antipodi tra loro.
Se ti devo fare qualche nome, i primi che mi vengono in mente sono i Led Zeppelin escluso Robert Plant, Shellac, ACDC, Nick Drake, Beck, Neil Young, Dinosaur JR, Alice in chains, June of '44, Sebadoh, Coltrane, Mingus, Art Blakey, Skip James, Lead Belly, Steve R.Vaughan, e potrei continuare molto a lungo confessando anche le influenze più becere tipo Motley Crue, Def leppard, Samantha Fox e Sabrina Salerno (ma solo in "boys boys boys").

Lazy Music for dry skins è il tuo primo EP, corretto? Sei soddisfatto del risultato ottenuto? 
Si è il mio primo EP, e considerando che i mezzi a dispozione erano pari a quelli di un senzatetto, direi che sono molto soddisfatto del lavoro svolto da me e sopratutto da Matteo, il ragazzo che ha registrato e mixato i pezzi.

Come presenteresti ad un estraneo Lazy music for dry skins?
Come un disco da ascoltare in macchina durante un breve tragitto estivo.
 
Leggiamo che hai diviso il palco, tra gli altri, con Alessandro Fiori dei Mariposa ed i Nobraino. Lasciamo perdere per un attimo Alessandro Fiori, che dunque si trova ad essere citato in questa intervista non si sa bene perché, abbiamo un amico invasato per i Nobraino. Ti sei fatto l' idea che sia gente simpatica o dobbiamo dare una grossa delusione ad un amico?
Durante il soundcheck mi si è rotta la chitarra e quel concerto non l'ho mai fatto, ma i Nobraino mi sono sembrati dei tipi a posto, gente alla mano.
Alessandro Fiori andrebbe citato sempre.
 
Parliamo un po' del domani...Cosa c' è nel futuro di Hola La Poyana! e, a parte questo, tu cosa vorresti per il tuo futuro?
C'è un' ultima parte di tour che parte tra poco, la registrazione di un altro EP e il conseguente tour che spero e credo sarà più consistente.
Per il mio futuro vorrei evolvermi, non ripetermi mai. Poi vorrei successo, soldi, droga e orge sanguinarie.

Ultima, ma non per importanza. Nessuno passa da Musicanidi senza lasciare un insulto al suo vile direttore Maurisio Seimani. Qual' è l' insulto di Hola la Poyana! per il vile Maurisio?
Seimani sei come una fiction italiana.

Ringraziando Hola La Poyana! per la gradita intervista, di seguito elenchiamo le date novembrine del corrente tour. Se passa dalle vostre parti salutatecelo. Se passerà dalle nostre...beh, ci saremo.

22 commenti:

  1. QUE VIVA SIEMPRE LA POYANA!7 novembre 2012 23:07

    Sti cazzi! Bella Vicious Dog!


    (PS: Seimani sei fango.)

    RispondiElimina
  2. Seimani, ta pias la poyana, eh, porsel schifus !
    Fal brao, tochela mia la poyanota, mokela, rinsiminit.

    RispondiElimina
  3. Complimenti Hola!

    RispondiElimina
  4. Comunque la prossima volta che fate orge sanguinarie chiamatemi bastardi!

    RispondiElimina
  5. Grande anche Johnny Clash comunque!

    RispondiElimina
  6. Nella sezione Underground è possibile ascoltare l'intero EP. Quanto mi piace sentire le corde soffrire.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. (PS: Per i più tordi sottolineiamo perlatro che la sezione Underground è quella qui accanto)

      Elimina
  7. Azteco sanguinario8 novembre 2012 11:36

    W l'orge

    RispondiElimina
  8. ahahahahah! Spassosa a pala l' intervista, grandi!

    RispondiElimina
  9. Pierorgio Sangunario8 novembre 2012 13:52

    Cazzo, ero a Grottammare per il ponte dei morti!!!

    Singolare concidenza no? Ah dimenticavo:

    !!!!!!!?!!!!!!????!!!
    (...ci siamo capiti....)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
      !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
      !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
      !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
      !!!!!
      ??
      ?!

      Elimina
    2. Woodstock quello de Shultz8 novembre 2012 14:01

      IIII IIII IIII IIII

      Elimina
    3. Sei un impostore, il vero Woodstock non direbbe mai certe sconcerie, nemmeno a uno come Seimani, sei un fake!

      Elimina
  10. Seimani è inutile che ridi, alla prima orgia sanguinaria il primo culo chiaccherato sarà il tuo.
    Sta al' ocio!

    RispondiElimina
  11. Marlene Kuntz in Aprile al CTM di Rezzato...capit!

    RispondiElimina
  12. L'Ape Maya è una figlia di puttana!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certi toni sono destinati solo a SEIMANI...

      Elimina
    2. L' Ape Magà aveva perso la mamma coglione! Porta rispetto.

      Elimina
  13. Seimani, ti piace il cazzone ?

    RispondiElimina
  14. E per noi uomini ? Una fiketta ogni tanto ?

    RispondiElimina
  15. Fino a che punto si puo' essere giovani
    fino a che punto si puo' essere coglioni
    purtroppo non gli si puo' neanche dire...andate a lavorare!!!

    Manuel cantava qualche tempo fa: sui giovani d'oggi ci scatarro su, chissa' che cosa farebbe su questi?!

    RispondiElimina