Anima Migrante/ Almamegretta - Meid In Italy

di Maurisio Seimani

E' difficile trovare la parola che possa definire un disco come Lingo degli Almamegretta. Comprai questo album esattamente quando uscì, nel 1998, e trovandomi a riascoltarlo nel corso di questa corta estate calda, ho avuto modo di rendermi conto  di come, a distanza di quasi 15 anni, la sua attualità e la sua peculiare bellezza siano ancora integralmente intatte.
Mediterraneo e cosmopolita, elettronico ma saldamente ancorato alla musica più tradizionale,  il fascino dell'opera risiede nell'improbabile armonia dei suoi contrasti, che nelle sue levigate trame sonore e ritmiche vengono fatti a pezzi e resi un tutt'uno, dove ogni contrapposizione diventa prezioso tassello del variopinto mosaico complessivo.
Registrato a Londra, in anni in cui il gruppo napoletano riuscì ad attirare l'attenzione niente meno che dei Massive Attack, Lingo è un album maturo, completo, ed onnicomprensivo.
Difficile dunque trovare la parola che possa definire questo disco, perchè si nutre di un'arte che si fa totalizzante. 

Cos'è Lingo? Una grande opera trip hop, un capolavoro della musica partenopea, un prezioso gioiello di musica etnica contemporanea?
Difficile trovare la parola, perchè sostanzialmente il quarto disco degli Almamegretta è tutto questo messo insieme, e dunque, qualcosa di più. Si potrebbe allora dire che Lingo, proprio come Crueza de ma di Fabrizio De Andrè, è senz'altro uno dei migliori e cosmopoliti prodotti di musica etnica che il nostro paese abbia saputo offrire alla scena internazionale.
E benchè scomodare il nome di Faber faccia sempre tremare un po' le gambe, con fiducia non posso fare altro che ribadire il consiglio a riascoltarvi questo vecchio disco, pubblicato in un'ormai lontano 1998.
Non potrete che convenire.
Look back, look back...


7 commenti:

  1. Seimani, non è ancora arrivata l'ora di andare in vacanza o in pensione o semplicemente a fanculo?

    RispondiElimina
  2. Disco meraviglioso, quasi un'antipodo del marcio rappresentato da Seimani.

    RispondiElimina
  3. Seimani, se 1+1=2 e 2+2=4, tu sei un coglione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E, se per caso 1+1 facesse 3 e 2+2=5, rimarresti comunque un coglione.

      Elimina
  4. La mano in copertina è la stessa che mi ritroverò dopo averti preso a ceffoni Maurisio...

    RispondiElimina
  5. A mani nude ovunque, ma soprattuto over you Seimani!

    RispondiElimina
  6. I love Botticino11 settembre 2013 14:42

    Botticino tollera tutto tranne Seimani.

    RispondiElimina