The Warriors - Moviecanidi

I GUERRIERI DELLA NOTTE

« Guerrieri, giochiamo a fare la guerra? »

di The Driller Killer

Quando ero piccolo c'era una banda che si firmava con un segno di sangue: VZ la vu e la zeta si incrociavano una sopra l'altra. Un po' Zorro un po' Vendetta...era la mia banda. Io la amavo e mi sentivo forte insieme a lei, potevo camminare per le strade e non avevo paura di niente. Nei quartieri vicino al nostro c'era il delirio. Non sapevamo mai esattamente che tipo di delirio ma eravamo sicuri che prima o poi sarebbe entrato nel nostro territorio e ci avrebbe presentato il conto. Era incontrollabile era una forza estranea e gigantesca...li chiamavamo Ritz, come i biscotti. Erano piu' grandi di noi, erano cattivi...forti!


Giravano truccati da Kiss! vestiti con le divise dei Nets e con delle enormi mazze di plastica riempite di cartone bagnato. Un giorno i Ritz entrarono nel nostro territorio. Era un bel giorno di sole, ma non faceva caldo, camminavamo guardinghi lungo il marciapiede giusto dietro al parco. D'improvviso un' avanguardia corse gridando che i Ritz stavano arrivando. Ci sparpagliammo immediatamente cercando una via di fuga, cauta e strategica. Mi ritrovai cosi' nelle cantine di un grande palazzo che sembravano un labirinto mentre il fiato sul collo dei Ritz pesava sempre di piu'. In quei cunicoli capii veramente cosa fosse la paura. Insieme ad alcuni compagni di sventura dopo un tempo passato nel silenzio di quei freddi sotterranei, un tempo che ci sembro' eterno, decidemmo di risalire e ci sporgemmo da una finestra del secondo piano di quello stesso palazzo. In strada le scene che si presentarono di fronte ai nostri occhi ci parvero raccapriccianti. I Ritz erano dappertutto, rincorrevano gli astanti che cercavano di scappare, da tutte le parti. Vecchi e bambini venivano riempiti di schiuma da barba fin sopra i capelli e gli autobus che passavano per quella strada recavano i segni dell'assalto di quella terribile gang che lasciava peraltro sui muri delle strade messaggi di sfida e promesse di guerra contro di noi i VZ, i Vivaci Zuzzurelloni. Avremmo dovuto passare la notte in quei labirintici sotterranei come topi in trappola. Il tempo passava, l'ansia cresceva. Improvvisamente tutto cambio'. Uno dei nostri arrivo' con la notizia che aveva trovato una via d'uscita lo seguimmo lungo quei corridoi freddi e bui finche' non arrivammo dall'altra parte del palazzo che era collegato con un altro che dava su una strada secondaria lontano dallo scenario di guerra della strada principale. Ci sentimmo di colpo sollevati e forti. La luce del sole e l'aria frizzante del tardo pomeriggio ci diede una carica insperata. Eravamo di nuovo uniti, di nuovo in strada. Pronti a combattere come dei veri Guerrieri...


The Warriors e' un film del regista newyorkese Walter Hill del 1979, un film d'azione metropolitana figlio del '68 e dei musical di broadway. Coloratissimo e incalzante racconta la storia di una delle innumerevoli gangs di new york gli Warriors, appunto, alle prese con una sfida impossibile: riportare a casa la pelle attraversando l'intera metropoli senza armi e con tutte le altre gangs alle calcagna. Una storia poco verosimile ma incredibilmente emozionante per un film che e' diventato negli anni un vero e proprio oggetto di culto tanto da far nascere un fumetto, un gioco elettronico e un tutt'oggi cliccatissimo sito web che raccoglie in modo minuzioso tutte le informazioni possibili sulla realizzazione del film e i protagonisti principali oltre che memorabilia e altre amenita'. Uno degli aspetti piu' interessanti del film e' rappresentato dalla colonna sonora. Commissionata principalmente a Barry DeVorzon esperto in colonne sonore e autore di alcuni dei pezzi piu' ricorrenti nel film tra cui The Warriors e Baseball furies chase. Musica elettronica '70, funky e soul segue l'incedere del film senza un attimo di tregua. C'e' spazio anche per rivisitazioni di classiconi come Nowhere to run dei Martha and the Vandellas.
Partecipa tra gli altri anche Joe Walsh che, temporaneamente dismessi i panni di melenso scimiottatore del country con gli onnipresenti Eagles, regala al film una ventata di rock con In The City.

1. Theme From "The Warriors"
2. Nowhere to run
3. In havana
4. Echoes in my mind
5. The Fight
6. In the city
7. Love is a fire
8. Baseball furies chase
9. You're movin' too slow
10. Last of an ancient breed


8 commenti:

  1. paese di merda. paesani del cazzo

    RispondiElimina
  2. Suvvia, sii felice che domani è un altro giorno. Io direi politici di merda. Ma è finita ! M5S sará il primo alla Camera. Anarchy in Italy, suona anche bene.

    RispondiElimina
  3. E' finita? ma finita cosa? ma vi siete tutti rincoglioniti? una banda di disperati eterodiretti da un comico che non e' nemmeno stato eletto!!! qui siamo alla frutta della democrazia! del resto dopo 20 anni di berlusca cosa c'era da aspettarsi? viva l'anarchia? Bakunin vi sta mandando tutti a cagare!!!

    RispondiElimina
  4. 1) Berlusconi non ha vinto
    2) Fini e Casini sono morti
    3) ....

    RispondiElimina
  5. A Perfect Day II26 febbraio 2013 09:56

    4) Bersani è uno zombie ambulante. Uccidetelo ! Ha buttato al vento una vittoria sicura.
    5)La Juve è a più 6
    6) La Lega è al 4 per cento !
    7) Di Pietro è sparito-morto-eliminato !
    8) Ingroia tornerà in Guatemala. Non saranno contenti ma cazzi loro.
    9) ...

    RispondiElimina
  6. A Perfect Day III26 febbraio 2013 10:47

    10) Monti è stato asfaltato, lui e la sua cazzo di austerità imposta dai suoi amici di Bruxelles
    11) A Napolitano gli roderà il culo, lui e suoi giochetti istituzionali imposti dai suoi amici di Bruxelles/USA
    12) Siamo quasi in rivoluzione. Alla prossima cagata (rimborsi elettorali, inciuci di palazzo, governissimi, dimezzamento parlamentari ecc.ecc.) verrannpo travolti.
    13) Il M5S non è capace di governare. Qualcuno mi sa dire dove s'impara a governare un paese ? Impareranno.
    14) Finalmente gli italiana avranno una finestra aperta sul Parlamento. Dopo 60anni di blindatura, sarà il caso di far passare un po' d'aria.
    15) ...

    RispondiElimina
  7. a perfect cagata26 febbraio 2013 13:46

    fino al numero 9 tutto bene soprattutto per la juve. per il resto sei solo un povero illuso...se pensi che a risollevare le sorti di un paese ci pensi un comico megalomane che non e' neanche stato eletto. Del resto questo e' il paeseo di mussolini e berlusconi.al peggio non c'e' mai fini!

    RispondiElimina
  8. Ma alla fine a qualcuno era piaciuta la recensione del film?

    RispondiElimina