Il Mio Nome è Bad Blake - Moviecanidi

di The Driller Killer
E' bello essere qui con voi stasera...
a dire il vero alla mia età è bello essere ovunque.
Bad Blake

Il drugo e' cresciuto: antisociale ma di compagnia, sfigato ma ottimista, decaduto ma ancora in piedi. Cammina da cima a fondo per la provincia desertica e desolata delle balere country raccattando per pochi spiccioli la bottiglia che gli serve per arrivare al giorno dopo, dorme in motel la cui bruttezza e desolazione e' inversamente proporzionale alla bellezza e maestosita' dei luoghi che gli fanno da cornice. Il drugo si chiama Bad Blake: e' un cantante country ormai sull'orlo della pensione, uno di quelli che tutti citano ma nessuno conosce, che tutti ascoltano incantati per la musica e la poesia che esce dalla sua chitarra e che racconta di una vita vissuta e buttata, passata tra un avventura e l'altra tra una donna e l'altra, tra una bottiglia e l'altra. Bad Blake e' un grande.



Uno di quelli che sa raccontare una storia e che a volte la concede a un altro perche' la faccia diventare un successo. Ma e' anche uno di quelli il cui orgoglio impedisce di andare nelle arene del country, negli stadi, e aprire i concerti alla giovane star del momento, qui interpretata da Colin Farrell. Tutto normale, tutto rientra nel classico copione di una vita al limite giunta sulla soglia dei 60; la conclusione, l'epilogo a rallentatore di un alcolizzato che pacatamente rifiuta di esserlo.

Tutto cambia quando intorno a lui cominciano ad apparire persone normali, il contrasto viene a galla e lui prende coscienza di quello che e'; sara' una svolta inaspettata: si innamora di Jean (Maggie Gyllenhall), giornalista di professione, si prende cura di Buddy il figlio di lei, e si fa convincere dall'amico di sempre ex alcolizzato e proprietario di un bar nel quale lui suona e che la domenica lo porta a pescare, interpretato da Robert Duvall, a disintossicarsi. Infatti, dopo aver perso di vista in un centro commerciale Buddy, di 4 anni, la stessa eta' del figlio che molti anni prima aveva abbandonato, Bad decide di guardarsi allo specchio e farla finita con la bottiglia. La redenzione si compie e alla fine le cose cominciano a girare per il verso giusto . Una “banale” storia di andata e ritorno all'inferno, dunque, gia' vista con esiti alterni altre mille volte. Ok. La differenza pero' qui la fa Jeff Bridges, il protagonista, Bad Blake appunto, come gia' detto un fantastico drugo invecchiato che si muove perfettamente a suo agio nei panni del countryman amareggiato e fatalista, canta tutte le canzoni di Bad Blake con una voce da brivido e innalza un film tutto sommato discreto a summa di una carriera eccezionale.
La colonna sonora, splendida, e' quasi concettuale, nel senso che serve pezzo dopo pezzo a raccontarci la vita dell'artista, il suo passato, la sua storia: lungo le strade desertiche di un Texas, piu' fotogenico che mai, viaggia un cantante country che “una volta era qualcuno ma adesso è qualcun altro” (“Somebody Else”), Un uomo in caduta libera (“Fallin’ & Flyin’”) che per tutta la vita è stato una pietra rotolante (“Hold On You”). Grande country da ascoltare dissolto tra un panorama e l'altro o tutto d'un fiato in questo bel disco.

Crazy Heart – 2010
Regia: Scott Cooper
OST: AA.VV.
01. Hold On You - Jeff Bridges
02. Hello Trouble - Buck Owens
03. My Baby’s Gone - The Louvin Brothers
04. Somebody Else - Jeff Bridges
05. I Don’t Know - Ryan Bingham
06. Fallin’ & Flyin’ - Jeff Bridges
07. I Don’t Know - Jeff Bridges
08. Once A Gambler - Lightnin’ Hopkins
09. Are You Sure Hank Done It This Way - Waylon Jennings
10. Fallin’ & Flyin’ - Colin Farrell & Jeff Bridges
11. Gone, Gone, Gone - Colin Farrell
12. If I Needed You - Townes Van Zandt
13. Reflecting Light - Sam Phillips
14. Live Forever - Robert Duvall
15. Brand New Angel - Jeff Bridges
16. The Weary Kind (Theme From Crazy Heart) - Ryan Bingham

14 commenti:

  1. Quanto odio Colin Farrel......lo odio meno di Seimani pero'....

    RispondiElimina
  2. Lei e' meravigliosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carmelo Luciano19 novembre 2012 18:39

      Anch'io svolterei con lei, anzi, la tamponerei !

      Elimina
  3. Binacchi Claudio19 novembre 2012 18:34

    Mi hai fatto venire voglia di vederlo....country, provincia americana, alcool.....anche buoni sentimenti ??

    RispondiElimina
  4. Che genere e' il moviecanide ?

    RispondiElimina
  5. Un Cane di passaggio19 novembre 2012 20:54

    E' un genere di film che va bene per la rubrica moviecanidi, cioe' un film nel quale la musica non e' solo colonna sonora ma anche una protagonista in piu' della storia.

    RispondiElimina
  6. Risposte
    1. W i drughi !!

      Elimina
    2. Fabio Arturo Io Vinco21 novembre 2012 10:30

      I drughi si mangiano le pere !

      Elimina